Corso iDf – Introduzione ai pdf interattivi

[dropcap1]1[/dropcap1]I PDF INTERATTIVI – iDf o iPdf

I file pdf interattivi (iDf d’ora in avanti) sono a tutti gli effetti dei normali documenti in formato pdf, formato che da qualche anno (dal 2008) è diventato l’unico formato a ricevere la certificazione di Standard ISO per i documenti elettronici (ISO 32000-1).

Questo significa che gli iDf ereditano tutte le peculiarità e i vantaggi di questo formato e semplicemente ne sfruttano al massimo le caratteristiche e le funzionalità. queste come detto sono state indicate e rese pubbliche con un documento approvato e certificato dall’ente per gli Standard ISO (International Standard Organization).

Tale documentazione, che definisce le specifiche dei file PDF è disponibile nel sito di Adobe a questa pagina: PDF Reference and Adobe Extensions to the PDF Specification. Tutti gli applicativi futuri e tutti gli sviluppi di questo formato si baseranno su evoluzioni della specifica di pdf 1.7.

Se non conoscete i vantaggi del formato pdf, vale la pena ricordarne qualcuno che risulta particolarmente utile per l’implementazione di soluzioni interattive e multimediali:

[check_list]

  • E’ multipiattaforma, cioè indipendentemente dal sistema operativo si consulta e visualizza allo stesso modo
  • Mantiene formattazioni, aspetto, qualità dei contenuti, vettorialità dei segni grafici, stampabilità
  • E’ in grado di incorporare, comprimere, cifrare e proteggere qualsiasi contenuto al suo interno
  • Permette di incorporare grafica, video, animazioni, audio, suoni e praticamente qualsiasi contenuto multimediale, flash compreso.
  • Consente di inserire funzionalità di interazione e oggetti modulo altamente personalizzabili
  • E’ possibile inserire script e funzionalità attraverso un linguaggio di scripting affidabile e in continua crescita (Javascript)
  • Richiede solamente software gratuiti per essere fruito (Adobe Reader)
  • La penetrazione del formato PDF sulle postazioni informatiche attuali e superiore al 90%
  • Può essere fruito sia online che offline, si integra con praticamente tutti i browser
  • … e possiede molti altri vantaggi che ognuno di voi mi aiuterà a ricordare!

[/check_list]
In sostanza, come dicono alcuni clienti dopo la presentazione di soluzioni iDf,

è come avere un sito internet off-line, un catalogo interattivo, una presentazione aziendale, un sistema di calcolo, (e molto altro…) in un unico file distribuibile gratuitamente

Se non avete ancora mai visto dei pdf interattivi, mi chiedo come mai stiate leggendo questa pagina (forse un corso?). In ogni caso per farvi capire le potenzialità dello strumento ecco una lista di quello che si può fare e integrare in un file iDf

Molto probabilmente, quello che preme di più soprattutto ai non programmatori (che sono la maggioranza), è riuscire a capire semplicemente come aggiungere ai propri documenti pdf alcune funzionalità e caratteristiche interattive di base. In particolare le richieste più tipiche sono:

  • Calcolare la somma di certi campi editabili
  • Verificare se è stata inserita o meno una determinata informazione obbligatoria nel modulo
  • Mostrare o nascondere contenuti in risposta a determinate azioni dell’utente
  • Creare una interfaccia di navigazione del documento

E’ da qui che partiremo. Posso assicurarvi che a mano a mano che procederemo in questo progetto, chi di voi metterà in pratica quanto appreso, diventerà estremamente entusiasta e rapito dalle potenzialità dei PDF interattivi.

Non ci resta che cominciare quindi!

DEM Direct E-mail Marketing

Campagne di newsletter

Le attività DEM, sigla che deriva da Direct E-mail Marketing, sono volte a diffondere messaggi, contenuti, notizie e soprattutto l’opportunità di farvi vendere di più verso tutti i vostri contatti.

Per realizzare con successo queste attività è necessario dotarsi di strumenti e competenze adatte e affidabili in grado di aggirare insidie e rischi di errore che possono portare a risultati negativi o a complicazioni legali (vedi spam). E’ molto semplice pensare che facendo le cose “in casa” si ottengano comunque buoni risultati, ma bastano solo alcune osservazioni per farvi capire che forse è meglio affidarsi a chi conosce fino in fondo gli aspetti non solo tecnici delle attività di mailing digitale.

[fancy_box]

Errori tipici di chi fa da sè…realmente avvenuti centinaia di volte

  • Inviate la vostra e-mail promozionale con tutti i destinatari nel campo “A:”. Conseguenza: ognuno dei vostri destinatari conosce tutti gli altri… e la privacy?
  • Inviate la vostra e-mail con svariate centinaia di destinatari contemporaneamente. Conseguenza: i server antispam riconoscono l’attività e la giudicano scorretta e vi inseriscono nei database pubblici degli spammers… i vostri messaggi verranno rifiutati d’ora in avanti anche se contengono la vostra importante fattura!
  • Mandate a 1.000 destinatari un messaggio e-mail con in allegato il vostro catalogo Pdf da 5Mb. Conseguenza: il server di posta che invia i messaggi deve inviare 5 Mb x 1.000 = 5 Gbyte di dati in uscita. Se la connessione del vostro provider non è il massimo (es 50 kb al secondo in uscita) per essere inviata la campagna ci mette circa 5.000.000 Kb /50 kb al secondo=100.000 secondi ossia circa 28 ore di invio continuo…provate a chiedere cosa ne pensa il vostro provider.
  • Inviate e-mail promozionali a tutti i contatti della vostra rubrica senza filtrarli. Conseguenza: non vi siete accorti che avete inviato a 5 vostri concorrenti la vostra promozione e non avete chiesto nessuna autorizzazione all’invio di promozioni via e-mail. Per divertirsi 2 di questi fanno la segnalazione al garante della privacy.
  • Non inserite alcun metodo di cancellazione dalle liste nel contenuto della e-mail. Conseguenza: alla terza e-mail promozionale qualcuno dei vostri contatti vi chiama, non per ordinarvi i vostri prodotti ma per ordinarvi di smetterla! Vi hanno già chiesto con 2 email di togliere il loro indirizzo dalle vostre liste… l’impiegata ha perso l’appunto di quei 30 contatti così antipatici che volevano essere cancellati…garanteeee dellaaaa privaaacy!?!
  • Utilizzate una lista fornitavi da un vostro amico smanettone (con 300.000 indirizzi di potenziali clienti del vostro settore), scaricata da un sito poco conosciuto dove si trova di tutto. Conseguenza: siete diventati il n°1 degli spammers della vostra provincia!
  • Avete inviato un messaggio e-mail copiato da uno inviatovi da un concorrente ma senza ricordarvi di sostituire il link al sito web oltre che il testo e le immagini. Ma perchè? Il testo del vostro indirizzo web era giusto, come mai cliccando si va a finire nell’altro sito? L’html della vostra email non è in grado di aggiornarsi in base ai vostri desideri? Conseguenza: il vostro concorrente vi sta ancora ringraziando per avergli ceduto tutti quei buoni clienti.

[/fancy_box]

Se vi serve, noi facciamo anche questo:

  • Consulenza strategica e di marketing
  • Soluzioni di CRM
  • Design e progettazione di campagne di Newsletter – DEM (Direct E-mail Marketing)
  • Scrittura di contenuti per il Web
  • ottizzazione contenuti per la pubblicazione nel web
  • iPdf documenti pdf interattivi da scaricare
  • Strumenti per la raccolta dati e creazione di liste

Per garantire la soddisfazione del cliente e coltivarne la relazione, l’uso di strumenti CRM e di newsletter o delle campagne di mailing elettronico è fondamentale e strategico.

Powerdocs fornisce alla propria clientela una soluzione CRM altamente professionale per la gestione, pianificazione e analisi delle campagne di mailing online e per la gestione del rapporto con il cliente.

La peculiarità della nostra soluzione, sta nella possibilità di integrarsi perfettamente con qualsiasi sito internet esistente e di fornire dati importantissimi sull’andamento e l’efficacia della campagna fino al tracciamento delle attività dei singoli utenti (letture, click, cancellazioni, ecc) consentendo di svolgere azioni di marketing molto mirate e analitiche.

Sappiamo come portare il vostro contatto a fare quello che volete che faccia!