Menu e pulsanti di navigazione nel catalogo pdf

Come creare un menu di navigazione interattivo nei cataloghi pdf.

Uno dei quesiti maggiormente richiesti durante i miei incontri con clienti e colleghi riguarda la possibilità di rendere più facilmente navigabile un documento pdf esistente. Cosa fare per rendere il mio catalogo pdf più usabile, navigabile, interattivo e soprattutto più interessante (e quindi efficace)?

Cosa rende la versione web più interessante di un catalogo cartaceo anche se questo è riccamente realizzato e concepito? Molte cose ma io penso che i motivi siano quelli che sto per elencare, i contenuti concepiti per il web rispetto ai cataloghi si caratterizzano per:

  • esistenza di collegamenti che mi consentono una consultazione non sequenziale dalla prima all’ultima pagina.
  • esistenza di strumenti di ricerca
  • informazioni organizzate (strutturate) con dettagli
  • interattività e multimedialità
  • distribuibilità e trasportabilità
  • costi di consultazione e distribuzione non legati al numero di destinari
  • altri che conoscete voi meglio di me…

Ora, quali di queste belle caratteristiche non sono tipiche dei vostri cataloghi in formato pdf tanto da farveli ritenete sostituti inadeguati del vostro contenuto web? Vediamo:

Collegamenti, pulsanti e link: normalmente questi non sono tipici dei file PDF ma… in realtà sono possibili e facilmente inseribili. I collegamenti web vengono automaticamente generati in fase di creazione del pdf per i testi che contengono un indirizzo come ad esempio www.powerdocs.it o info@powerdocs.it .
I collegamenti possono essere inseriti con appositi comandi di acrobat e associati a testo o immagini. I collegamenti possono essere associati ad azioni di pulsanti appositamente inseriti nel documento e questi possono essere collegamenti sia esterni (verso indirizzi web), sia a documenti e risorse esterne (ad esempio un’altro file pdf) oppure interni cioè in grado di far raggiungere una determinata pagina, vista o contenuto esistente nel nostro documento pdf.

Strumenti di ricerca: sono integrati normalmente nei migliori siti e cataloghi online e in quasi tutti gli strumenti di consultazione dei file pdf come ad esempio Adobe Reader ma raramente sono utilizzati perchè sconosciuti ai più o perchè ritenuti troppo complessi o imprecisi. Ma sarebbero molto più efficaci se le ricerche fossero semplificate e rese più immediatamente accessibili. I file pdf possono, con l’implementazione di apposite funzionalità, effettuare ricerche nei così detti bookmark, negli indici strutturati e, ovviamente, nel testo di tutto il documento.

Informazioni organizzate in indici: i documenti cartacei sono normalmente dotati di indici, i siti web di menu, i documenti pdf possono avere infiniti tipi di indici interattivi: quello alfabetico del catalogo, quello grafico/visuale tipico del web, quello interattivo con menu strutturato ad albero, quello che raggruppa i prodotti per… prezzo, colore, dimensione, linea, designer, eccetera. Tutti questi indici possono essere costruiti o resi interattivi sulla base dei contenuti del vostro catalogo.

Interattività e multimedialità: normalmente nessun catalogo pdf possiede video, filmati, animazioni in flash, pulsanti interattivi, ecc. Quelle che pochi conoscono è che tutto quello che consideriamo multimediale e interattivo può essere incorporato in un documento pdf ed essere mostrato e visualizzato solamente con Adobe Reader e null’altro su qualsiasi sistema operativo senza preoccuparsi di quali “plug-in” sono installati o meno nel sistema operativo.

I vostri documenti statici possono diventare navigabili, ricercabili, indicizzati, interattivi e multimediali, ecc.

Volete sapere come? CLICCATE QUI

Corso Acrobat Javascript – I video nei files PDF

[dropcap1]A[/dropcap1]I Video, le animazioni Flash e i 3D

I documenti PDF multimediali consentono di incorporare contenuti FLASH, 3D e VIDEO di qualsiasi formato essi siano originariamente.

Dal momento in cui vengono incorporati all’interno del PDF non sarà più necessario alcun player aggiuntivo o conoscere il formato del video, sarà sufficiente Adobe Reader (dalla versione 8 in poi) per essere certi di poter visualizzare i pdf con video incorporati.

Nelle versioni precedenti di Adobe Reader (ma successive alla versione 6) i contenuti multimediali si potevano già incorporare ma la loro visualizzazione non era garantita poiche dipendeva dal tipo di player video installato (e dai codec disponibili) nel sistema operativo in cui veniva visualizzato il pdf. Questo tipo di limitazione in passato ha impedito di rendere i pdf multimediali veramente versatili e universali e per questo le novità introdotte dalla versione 8 sono state decisive per il successo dei PDF multimediali (anche se non così utilizzati come sarebbe logico).

Gli elementi multimediali como video, audio, animazioni in flash (e applicazioni complesse), 3D interattivi sono ormai diventati elementi “standard” del formato PDF e non richiedono la presenza di plugin, player o altri elementi aggiuntivi per essere visualizzati. Una volta di più il formato PDF tende a confermarsi come standard assoluto per i documenti elettronici.

Questi elementi possono essere visualizzati insieme alla grafica della pagina pdf, in finestra e a pieno schermo.
E’ possibile avere comandi integrati nel video o esterni al video intergrati con la grafica della pagina.
E’ possibile spostarsi in posizioni precise del video (capitoli) o ad un preciso istante del video misurato con una precisione al millesimo di secondo.

L’inserimento di video con Acrobat Pro è veramente semplice in quanto la conversione in formato FLV (che è lo standard ampiamente utilizzato da Adobe) è effettuata automaticamente da qualsiasi altro formato video. I video generati vengono incorporati nel documento e possono essere personalizzati nell’aspetto e nelle modalità di accesso ai contenuti (barra dei comandi, capitoli, viste, posizione nella pagina, ecc.).

Qualcuno a questo punto potrebbe dire “Ma cosa centrano questi elementi multimediali con Javascript?” In realtà esistono metodi e proprietà relative alle così dette annotazioni rich media che ne consentono la gestione e l’interazione evoluta. In particolare c’è la possibilità di interagire tra contenuti lato PDF (pulsanti, campi, funzioni, ecc.) con quelli lato FLASH attraverso funzioni Javascript che chiamano quelle Actionscript e viceversa.

In sostanza si possono usare pulsanti e interfacce Flash (molto diffuse e accattivanti) per scatenare le funzioni Javascript nel PDF o passare al PDF i risultati delle elaborazioni effettuate con Actionscript incorporato nelle “applicazioni” swf incorporate a loro volta nel documento.

Oltre a ciò è possibile comandare con Javascript gli oggetti Video e 3D, pertanto … tenetevi pronti alla prossima puntata, nel frattempo eccovi un paio di esempi di file pdf interattivi contenenti un video e un altro contenente un oggetto 3D. Se ne consiglia la consultazione con una versione recente di Adobe Reader 8,9 o il nuovo Adobe Reader 10.
[download_box]

Esempi files PDF interattivi multimediali con video e 3D

Video_demo – peso circa 2,2 Mb

3D – peso circa 460 Kb[/download_box]
[fancy_box]

Risorse e link relativi a elementi multimediali nei PDF:

  • Guida Video all’aggiunta di contenuti multimediali: www.adobe.com/go/lrvid4201_a9_it
  • Forum della comunità degli utenti di Acrobat: acrobatusers.com/forums/aucbb/
  • Articoli, guide ed esempi: blogs.adobe.com/pdfdevjunkie/
  • Stampare PDF multimediali: http://pdfprinterpro.com/examples/example-pdfs/
  • Cataloghi interattivi e multimediali: http://www.cataloghipdf.com/servizi/cataloghi-online-e-cataloghi-offline/
  • Creazione di video in Acrobat 9: www.adobe.com/go/learn_acr_devcenter_it
  • Aggiunta di filmati a pacchetti di lezioni PDF: steveadler.net/AcroCast/AcroCast.html
  • Aggiunta di contenuti multimediali ai PDF accessibili: www.accessiblecontent.com/online/v1n2/index.php?view=multimedia [/fancy_box]

Formattazione RTF nei campi testo

Diversi formati grafici all’interno dello stesso campo testo

Uno dei limiti maggiori della creazione dinamica di documenti utilizzando procedure automatiche di impaginazione risiede nel fatto che le informazioni e i dati che provengono da database e che  devono popolare campi appositamente predisposti possono avere solamente un unico aspetto (formattazione) per tutti i contenuti del campo.

Quando ci si trova a dover impaginare contenuti che devono avere diverse formattazioni all’interno dello stesso paragrafo, la formattazione automatica trova i suoi limiti.

Acrobat Javascript ancora una volta consente di trovare una soluzione ai limiti (apparenti) dell’impaginazione automatica.

Tra le proprietà dei campi testo di Acrobat ne esiste una che consente di attribuire formattazioni “ricche” al contenuto del campo, spuntando le opzioni “Consenti RTF” e mostrando la barra delle proprietà di formattazione (da Acrobat ctrl + E), è possibile utilizzare il campo testo come un word processor e formattare selettivamente porzioni di testo con colori, sottolineature, grassetto, corsivo, allineamento, ecc.

Il limite di tutto ciò è che questa funzionalità è solamente gestibile con l’interfaccia grafica e non è possibile esportare il contenuto formattato in modo da poterlo riutilizzare, da memorizzarlo in un database, ecc.
Con Javascript è però costruire programmaticamente contenuti formattando in modo diverso (con stili predefiniti) contenuti dinamici parziali, provenienti da database o digitati a mano che poi verranno inseriti nel campo in cui è stata impostata l’opzione “Consenti RTF”.
Javascript consente di utilizzare l’oggetto span per creare selezioni di testo con proprietà di formattazione definite.

Qui di seguito un esempio funzionante in formato pdf in cui modificando i testi nei due campi editabili (di colore giallo) si ottiene una formattazione parzialmente associata al testo del campo RTF.

Scarica l’esempio testo formattato RTF.pdf

Il codice richiamato dall’evento Formato dei campi di input è il seguente:

function rtf()
{
testo1=this.getField("testo1").value;
testo2=this.getField("testo2").value;
aWords = [ testo1, testo2 ];
var spans = new Array();
spans[0] = { text: aWords[0]+"/", fontStyle: "normal",alignment: "left",fontWeight: 200, textColor: ["RGB", 0, 0, 0 ], underline: false };
spans[1] = { text: aWords[1], fontStyle: "italic",fontWeight: 700, textColor: ["RGB", 0.3, 0.3, 0.3 ],underline: false };
var f = this.getField("RTF");
f.richValue = spans;
}

Manuale Pdf Javascript – Acrobat

Corso di Acrobat Javascript

[info_box]Il corso è partito!

Ora è presente una nuova sezione del sito dove troverete tutte le lezioni e i contenuti: Corso e manuale di Acrobat Javascript[/info_box]

Vista la carenza di contenuti su Acrobat Javascript in lingua italiana, stiamo lavorando alla realizzazione di un corso per l’utilizzo di Acrobat e in particolare delle funzionalità più avanzate che permettono di realizzare documenti pdf interattivi, dinamici, che gestiscono dati esterni, multimediali, ecc.

Il corso sarà basato su temi e contenuti più pratici che teorici, su questi ultimi esiste già una consistente bibliografia purtroppo quasi esclusivamente in inglese. Alla base del corso vi saranno lezioni on-line che andranno a toccare argomenti via via più approfonditi e articolati.

La prima lezione è prevista per l’inizio del mese di settembre 2010 e verterà sulle basi dello scripting di Acrobat, sulla configurazione degli adeguati strumenti di sviluppo e sulla realizzazione di un primo semplice documento “navigabile” attraverso una interfaccia di navigazione personalizzata.