E-commerce soluzione Shopify

Cos’è Shopify?
Perché dovrei considerarlo una alternativa a farmi costruire un e-commerce proprietario?

Perchè non è un’ecommerce solo con un vestito aggiornato ma una soluzione potenziata rispetto ad un e-commerce classico?

L’e-commerce in Italia sta facendo registrare una crescita molto interessante che lascia ben sperare a chi vuole investire in questa attività o lo sta già facendo. Il settore del turismo è uno dei più quotati, infatti il 70% dei viaggiatori utilizza lo smartphone in viaggio per cercare hotel, attrattive turistiche, eventi, ristoranti ecc. Tra i settori “storici” si conferma l’interesse verso l’editoria (+25%) l’abbigliamento (+21%) e l’elettronica e l’informatica (+18%). Tra i settori emergenti invece si segnalano l’arredamento e l’home living (+44%), il food & grocery (+34%), il beauty (+29%) e l’auto e ricambi (+26%). Dopo aver snocciolato i numeri sugli e-commerce italiani scopriamo come realizzare un sito di successo.

I fondamentali…

Il sito e-commerce deve essere intuitivo, gradevole e responsive

I siti e-commerce devono rispondere a tre requisiti fondamentali: intuitività, gradevolezza e “responsività”.

L’interfaccia dell’e-commerce deve essere estremamente intuitivo e facile da navigare. Ciò significa che l’utente deve poter accedere velocemente alle varie aree senza perdersi tra i meandri del sito.

Il sito deve essere gradevole alla vista, ben ordinato, pulito e bello da un punto di vista estetico. Queste caratteristiche migliorano la “user experience” dell’utente.

Infine il sito deve essere “responsive”, cioè deve adattarsi automaticamente al dispositivo utilizzato (tablet, pc o smartphone) favorendo un’interazione rapida, agile e semplice.

Affiancare un blog all’e-commerce

Per incrementare le vendite online è molto utile affiancare all’e-commerce un blog, dove approfondire alcuni aspetti e fornire al lettore utili informazioni sul prodotto o sul servizio che intende acquistare. Questa tecnica, oltre a rafforzare notevolmente il prestigio e l’autorevolezza dell’e-commerce, migliora anche la “user experience” ed è utile per il posizionamento nei motori di ricerca.

Costruire una “customer care” efficace

L’assistenza online viene comunemente definita “customer care” e racchiude una serie di servizi finalizzati a fidelizzare l’utente. Le chat sul sito, Whatsapp e Messenger sono ottime soluzioni per restare sempre al fianco del cliente e fornirgli le risposte che cerca.

Impostare bene vetrina e gallery fotografica

In un negozio fisico il “visual merchandising” è quello studio finalizzare a collocare in vetrina i prodotti in perfetta sintonia con l’allestimento, l’illuminazione, la grafica ed il sistema espositivo. Online bisogna fare la stessa cosa, impostando in maniera chiara, ordinata e lineare sia la vetrina sia la gallery fotografica.

Procedura d’acquisto rapida e indolore

Per un commercio online di successo in Italia la procedura d’acquisto deve essere molto rapida e dotata di pochissimi step per completare l’acquisto. Sono da evitare costi nascosti che vengono menzionati solo alla fine dell’acquisto. Inoltre è consigliabile dare agli utenti la possibilità di reso e scegliere modalità di pagamento sicure e conosciute. Infine la spedizione deve essere efficiente per evitare di danneggiare il prodotto durante la consegna.

Possibilità di lasciare recensioni

Gli e-commerce che danno la possibilità di rilasciare recensioni hanno registrato una notevole crescita. I potenziali acquirenti possono conoscere i pro e i contro di un prodotto leggendo proprio le recensioni di altri utenti. Inoltre il gestore dell’e-commerce può interagire con i clienti ed eventualmente individuare i punti deboli di un articolo.

Personalizzare la “user experience”

Un cliente che spende presso un e-commerce sente il diritto di avere dei “privilegi”. Per fidelizzarlo quindi è opportuno personalizzare la sua “user experience” memorizzando le preferenze, attivando le notifiche ed offrendo promozioni e sconti esclusivi.

Collaborazioni con brand o influencer interessanti

Nell’e-commerce italiano online sta andando molto di moda stringere collaborazioni con brand o influencer interessanti. Non devono essere necessariamente marchi o personaggi famosissimi, bastano che abbiano un buon seguito di pubblico e che rispecchino il target di mercato del sito e-commerce.

Monitorare i risultati

Per una strategia di mercato vincente bisogna monitorare costantemente i risultati dopo un periodo di tempo. In questo modo è più facile individuare quali prodotti vanno per la maggiore e quali invece sono meno apprezzati. Allo stesso modo è più semplice capire quali articoli sono maggiormente gettonati in base anche al periodo dell’anno.

 

Avere prodotti di qualità

Naturalmente i prodotti dell’e-commerce devono essere di buona qualità, essere pertinenti alle foto ed alla descrizione sul sito e soddisfare in pieno le richieste degli utenti. Non ha senso vendere tanti prodotti di scarsa qualità se c’è un cattivo ritorno d’immagine. Dopo la prima “bidonata” infatti i clienti non acquisteranno più e le recensioni negative rischieranno di affossare definitivamente l’e-commerce nel mercato italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *