Documenti iPdf – PDF interattivi

Listino interattivo pdf

Il PDF interattivo o iPdf é una soluzione facile ed economica utile per implementare e migliorare documenti esistenti (cataloghi, listini, brochure e modulistica cartacea ecc.).
Si ottiene integrando in un documento PDF classico: testi dinamici, immagini, suoni, musica, filmati, animazioni, campi calcolati, pulsanti, menu interattivi, ecc.

Listino interattivo pdfE’ possibile inoltre realizzare soluzioni studiate appositamente per utilizzi digitali che tengano conto, fin dalla progettazione grafica, del tipo di supporto cui sono destinati. in questo modo i risultati sono sicuramente migliori rispetto all’adattamento di documenti esistenti.
Da molti anni realizziamo soluzioni basate sui PDF interattivi, multimediali e dinamici anche realizzate automaticamente a partire solamente da dati puri come ad esempio database o semplici file di excel o XML.

Le applicazioni iPdf che sono state realizzate o richieste dai clienti sono:

[check_list]

  • Cataloghi e brochure interattive e multimediali
  • Documenti con contenuti aggiuntivi non presenti nella versione stampata (schede tecniche, pressi, versioni in colori diversi)
  • Cataloghi con funzioni di compilazione assistita di moduli d’ordine
  • Sistemi di preventivazione
  • Configuratori di prodotti complessi
  • Sistemi di ricerca dei prodotti in base a filtri e chiavi di ricerca (anche non testuali)
  • Banche dati e raccolte di documenti su CD/DVD
  • Documentazione di componentistica, ricambi e istruzioni di uso interattive
  • Listini aggiornabili, ricalcolati automaticamente in base a moltiplicatore (es. + 5%) e in diverse valute.
  • Listini prezzi in diverse versioni o personalizzati per ogni destinatario (sconti, ricarichi, valute, ecc.)
  • Documenti di presentazione dei prodotti
  • Presentazioni e monografie aziendali con contenuti video, audio e interattivi
  • Sistemi assistiti di compilazione di ordini complessi (es. prodotti componibili, con accessori o varianti)
  • Versioni in più lingue del medesimo documento (con selezione della lingua interattiva)
  • CD rom interattivi navigabili
  • Modulistica interattiva, compilabile, salvabile e stampabile
  • Calcolatori interattivi e sistemi di preventivazione
  • Sistemi di impaginazione impaginazione automatica di documenti (cataloghi, listini, schede prodotto, ecc.)
  • Documentazione tecnica, visualizzazioni a 360°, disegni 3D, e schede tecniche interattive

[/check_list]

[download_box]

Volete un esempio di cos’è un file pdf interattivo?

Eccovi accontentati:

  • Configuratore di prodotto pesa circa 900 kb e consente di configurare un prodotto complesso richiedente la definizione di varianti, opzioni, accessori, finiture, quantità e di compilare una proposta di acquisto sia in formato modulo che in formato testuale. Il prodotto è simulato e non è realmente acquistabile!
  • cv_alberto_bianchet peso circa 1 Mb.

Se volete aprirlo nella finestra del browser basta fare click; altrimenti per salvarlo e aprirlo successivamente fare click con il tasto destro del mouse e selezionare “salva destinazione con nome…” (Firefox) o “Salva oggetto con nome” (IE).

[/download_box]

Rendiamo interattivi e multimediali i tuoi pdf

I normali documenti pdf possono essere resi interattivi e multimediali inserendo alcuni elementi che consentono di fruire del documento in modo più piacevole, interattivo e coinvolgente.

Questa operazione prevede l’inserimento nel documento originale di:

  • menù di navigazione con pulsanti o collegati a immagini
  • indici organizzati per argomenti o aree
  • collegamenti a pagine dello stesso documento od ad altri documenti
  • collegamenti a siti web o a indirizzi e-mail
  • moduli di contatto compilabili
  • strumenti di ricerca del contenuto in base a parole chiave
  • suoni, musiche, effetti sonori o narrazione vocale attivati dalle azioni del mouse
  • video e filmati
  • oggetti 3D interattivi

Rendiamo dinamici i pdf

Trasformare un file pdf statico in un pdf dinamico significa rendere editabili e aggiornabili i testi, le immagini e i valori numerici, renderli calcolabili in base a formule o a logiche di business (es. per effettuare preventivi automatici o configurare un prodotto).

Quando si realizza la trasformazione da statico a dinamico normalmente si attua la separazione tra dato (testo o valore) e l’aspetto dello stesso (formattazione, posizione, aspetto, ecc.). Questa attività richiede di solito l’utilizzo di soluzioni database le quali garantiscono una gestione affidabile e sicura di dati e informazioni ma che non includono alcuna informazione in merito all’aspetto che questi dati avranno una volta che verranno inseriti nei documenti di destinazione (che potranno essere gestiti separatamente dai dati e sopratutto potranno essere graficamente studiati in accordo con le linee guida aziendali per l’aspetto dei documenti, normalmente definite dagli studi grafici o di comunicazione con i quali l’azienda già collabora).

Questa separazione tra dato e aspetto consente la creazione di versioni dello stesso documento in diverse lingue (stesso aspetto ma diverso contenuto) oppure diversi documenti con il medesimo contenuto (es. schede prodotto singole, listini, cataloghi che contengono gli stessi dati) .

I pdf dinamici vengono realizzati ad esempio per generare moduli d’ordine o preventivi che rispondono a click su appositi pulsanti o campi, per aggiornare in percentuale tutti i prezzi di un listino o mostrare valute diverse o diversi profili di sconto, per richiamare contenuti nascosti o aggiuntivi (ad esempio una scheda tecnica di un prodotto) cliccando su un’immagine, un collegamento o un pulsante ecc.

I pdf dinamici contengono:

  • Campi calcolati
  • Campi compilabili e modificabili
  • Pulsanti che attivano comandi e azioni automatiche (script)
  • Consentono il caricamento di dati esterni (testi, valori e immagini) anche con aggiornamento da remoto
  • Menu di scelta di opzioni e varianti (es. nei configuratori o nei sistemi di preventivazione)
  • Aree attive e sensibili al passaggio del mouse
  • Sistemi di invio e ricezione di dati via web e/o e-mail

Caratteristiche del formato iPdf

  • Il formato PDF che è recentemente diventato uno Standard ISO e garantisce la massima accessibilità, compatibilità e facilità di consultazione. Il PDF è il formato più diffuso ed affidabile per la distribuzione e la gestione di documenti elettronici e di documenti adatti alla stampa.
  • In base allo scopo (Stampa professionale, stampa domestica, visualizzazione, ecc.) e alla scelta del mezzo di distribuzione (Web, mail, CD, DVD, ecc.) e dello scopo è possibile regolare la qualità e il peso del documento PDF
  • Tutti i contenuti sono ricercabili e indicizzabili e possono agevolmente essere organizzati con segnalibri, indici, miniature di pagina o di prodotto interattive
  • E’ possibile effetture ricerce di chiavi di testo all’interno di tutto il testo inserito nel documento anche in presenza di grafica senza testo (ma con degli appositi segnalibri)
  • Il formato garantisce sicurezza, affidabilità dei contenuti e uniformità di visualizzazione (indipendentemente dal sistema).
  • Tutti i contenuti testuali e grafici posso essere “scalati” mantenendo una perfetta leggibilità
  • Il contenuto è trasportabile e accessibile anche offline
  • Multisistema (Windows, Mac, Linux, Android, …)

[fancy_box]

Richiedi informazioni

una analisi di fattibilità del vostro progetto o una consulenza per capire se esistano soluzioni adatte alle vostre esigenze.

Richiesta di contatto/informazioni

* Indica campo necessario
Trattamento dati personali
[/fancy_box]

Corso Acrobat Javascript – I video nei files PDF

[dropcap1]A[/dropcap1]I Video, le animazioni Flash e i 3D

I documenti PDF multimediali consentono di incorporare contenuti FLASH, 3D e VIDEO di qualsiasi formato essi siano originariamente.

Dal momento in cui vengono incorporati all’interno del PDF non sarà più necessario alcun player aggiuntivo o conoscere il formato del video, sarà sufficiente Adobe Reader (dalla versione 8 in poi) per essere certi di poter visualizzare i pdf con video incorporati.

Nelle versioni precedenti di Adobe Reader (ma successive alla versione 6) i contenuti multimediali si potevano già incorporare ma la loro visualizzazione non era garantita poiche dipendeva dal tipo di player video installato (e dai codec disponibili) nel sistema operativo in cui veniva visualizzato il pdf. Questo tipo di limitazione in passato ha impedito di rendere i pdf multimediali veramente versatili e universali e per questo le novità introdotte dalla versione 8 sono state decisive per il successo dei PDF multimediali (anche se non così utilizzati come sarebbe logico).

Gli elementi multimediali como video, audio, animazioni in flash (e applicazioni complesse), 3D interattivi sono ormai diventati elementi “standard” del formato PDF e non richiedono la presenza di plugin, player o altri elementi aggiuntivi per essere visualizzati. Una volta di più il formato PDF tende a confermarsi come standard assoluto per i documenti elettronici.

Questi elementi possono essere visualizzati insieme alla grafica della pagina pdf, in finestra e a pieno schermo.
E’ possibile avere comandi integrati nel video o esterni al video intergrati con la grafica della pagina.
E’ possibile spostarsi in posizioni precise del video (capitoli) o ad un preciso istante del video misurato con una precisione al millesimo di secondo.

L’inserimento di video con Acrobat Pro è veramente semplice in quanto la conversione in formato FLV (che è lo standard ampiamente utilizzato da Adobe) è effettuata automaticamente da qualsiasi altro formato video. I video generati vengono incorporati nel documento e possono essere personalizzati nell’aspetto e nelle modalità di accesso ai contenuti (barra dei comandi, capitoli, viste, posizione nella pagina, ecc.).

Qualcuno a questo punto potrebbe dire “Ma cosa centrano questi elementi multimediali con Javascript?” In realtà esistono metodi e proprietà relative alle così dette annotazioni rich media che ne consentono la gestione e l’interazione evoluta. In particolare c’è la possibilità di interagire tra contenuti lato PDF (pulsanti, campi, funzioni, ecc.) con quelli lato FLASH attraverso funzioni Javascript che chiamano quelle Actionscript e viceversa.

In sostanza si possono usare pulsanti e interfacce Flash (molto diffuse e accattivanti) per scatenare le funzioni Javascript nel PDF o passare al PDF i risultati delle elaborazioni effettuate con Actionscript incorporato nelle “applicazioni” swf incorporate a loro volta nel documento.

Oltre a ciò è possibile comandare con Javascript gli oggetti Video e 3D, pertanto … tenetevi pronti alla prossima puntata, nel frattempo eccovi un paio di esempi di file pdf interattivi contenenti un video e un altro contenente un oggetto 3D. Se ne consiglia la consultazione con una versione recente di Adobe Reader 8,9 o il nuovo Adobe Reader 10.
[download_box]

Esempi files PDF interattivi multimediali con video e 3D

Video_demo – peso circa 2,2 Mb

3D – peso circa 460 Kb[/download_box]
[fancy_box]

Risorse e link relativi a elementi multimediali nei PDF:

  • Guida Video all’aggiunta di contenuti multimediali: www.adobe.com/go/lrvid4201_a9_it
  • Forum della comunità degli utenti di Acrobat: acrobatusers.com/forums/aucbb/
  • Articoli, guide ed esempi: blogs.adobe.com/pdfdevjunkie/
  • Stampare PDF multimediali: http://pdfprinterpro.com/examples/example-pdfs/
  • Cataloghi interattivi e multimediali: http://www.cataloghipdf.com/servizi/cataloghi-online-e-cataloghi-offline/
  • Creazione di video in Acrobat 9: www.adobe.com/go/learn_acr_devcenter_it
  • Aggiunta di filmati a pacchetti di lezioni PDF: steveadler.net/AcroCast/AcroCast.html
  • Aggiunta di contenuti multimediali ai PDF accessibili: www.accessiblecontent.com/online/v1n2/index.php?view=multimedia [/fancy_box]